Volantini adulti 16 marzo 2018

Perchè praticare attività fisica?

Perchè praticare attività fisica?

Ciao a tutti!

Oggi volevo parlare di un argomento che, all’apparenza, potrebbe non avere molto a che vedere con la nutrizione ma in realtà non è cosi! Ogni giorno si sente parlare di conflitti tra biologi nutrizionisti e personal trainer di palestre ma quello che non molti sanno è che in realtà i conflitti nascono spesso perchè si sconfina nelle competenze. Il personal trainer è formato e specializzato per creare schede di allenamento, corsi, lezioni individuali e tutto quello che concerne sport e attività fisica, mentre il biologo nutrizionista è specializzato nel creare e personalizzare piani nutrizionali sia in stati di buona salute, sia in presenza di patologie diagnosticate.

Le due cose non sono interscambiabili: io non potrei mai dare consigli su come fare correttamente un allenamento o un esercizio perchè darei informazioni sbagliate e porterei la persona ad un rischio di infortunio o, nel migliore dei casi, lontano dal suo obiettivo!

Ma quindi, nutrizionisti e personal trainer possono lavorare insieme?? ASSOLUTAMENTE SI!

Ci sono professionisti qualificati che comprendono quanto sia grande il vantaggio nell’unire una corretta alimentazione e un allenamento specifico studiati appositamente sulla persona. E’ questo il mio caso e dello staff della palestra ABK Studio Fitness Center di Tortona con i quali collaboro da un paio di anni in maniera assolutamente professionale, concreta e proficua!

Ho chiesto gentilmente ad uno degli istruttori del Centro Fitness ( nonchè proprietario insieme al Dott. Paolo Albanese), il Dott. Cristian Bordoni, di spiegare dal suo punto di vista perchè una persona dovrebbe fare attività fisica e quali sono i benefici che si ottengono:

“Ormai tutti dicono che occorre fare attività fisica, sappiamo che è una cosa giusta ma magari pochi conoscono veramente cosa succede al nostro organismo quando iniziamo a muoverci.  Proverò a dirvelo io, facendovi prendere coscienza su cosa, realmente, comporti il movimento all’organismo.

Il primo beneficio è quello che riguarda ansia e stress. Infatti l’attività fisica è in grado di farci “liberare” particelle speciali che si chiamano endorfine, queste sono anche dette particelle antidolorifiche ed antistress, l’attività fisica  riduce i sintomi di ansia, stress e depressione. In questo modo favorisce benessere alla mente, sviluppando nel soggetto autostima ed autoefficacia (consapevolezza delle proprie capacità).

L’ attività fisica ci permette anche di aumentare il trasporto del glucosio all’interno delle cellule, questo perché muovendoci stimoliamo la muscolatura a lavorare maggiormente e quindi a svilupparsi! Questo comporta un abbassamento della glicemia e, di conseguenza, un miglioramento della tolleranza al glucosio riducendo l’innalzamento del diabete di tipo 2.

Il regolare allenamento, inoltre, favorisce l’incremento della massa ossea, riducendo il rischio di fratture e patologie come l’osteoporosi; aumenta l’elasticità dei vasi sanguigni, utile a prevenire l’ipertensione e, non meno importante, migliora i livelli di lipidi nel sangue evitando l’innalzamento del colesterolo!

 Questi meccanismi all’interno del nostro organismo sono fisiologici, vuol dire che accadono senza che noi ce ne accorgiamo, se però dovesse cessare l’ attività fisica, si verificherebbe una fase di regressione con conseguente ritorno allo stato iniziale dell’organismo.

Spero che questo possa servire da monito, l’ attività fisica dona grandi benefici ma per raggiungere uno stato ottimale di benessere psico-fisico bisogna praticarla con regolarità. 

                  “Ci si può drogare di molte cose, una di queste è lo sport!” (Alex Zanardi)”

Come avete potuto leggere, ci sono davvero tanti benefici nel fare attività fisica. Quello che posso aggiungere io, come biologa nutrizionista, è che una alimentazione corretta ed equilibrata associata ad una attività fisica costante porta non solo a raggiungere i proprio obiettivi in minor tempo ma a mantenerli!

Mantenere gli obiettivi raggiunti spesso è molto più difficile che raggiungerli perchè alla base deve esserci un cambio nelle proprie abitudini quotidiane, ognuno di noi deve trovare una motivazione ed un equilibrio che lo portano ad abbracciare una nuova visione di sè stesso e della propria vita. Non fatevi ingannare con beveroni, pastiglie, integratori e quant’altro o da discorsi di persone che non hanno studiato nessuno degli argomenti per cui state pagando un servizio, persone che non si aggiornano continuamente per darvi un servizio sempre migliore e specializzato sono solo abusivi!

La vostra salute è una cosa seria, non ci sono scorciatoie, solo la voglia di cambiare e ottenere dei risultati che ci rendano orgogliosi di noi stessi!

Valentina & Cristian

 

 

Pagina Facebook ABK Studio Fitness Center – Sito Internet: http://abkstudiotortona.it/

Pagina Facebook BioNutriForm

Volantini adulti 16 marzo 2018

Muffin di zucca cannella e cioccolato

Ricetta di Debora

“Nella seconda settimana del Cooking Contest è stato assegnato come ingrediente la ZUCCA.

La zucca appartiene alla famiglia delle Cucurbitaceae e la sua diffusione in Europa si deve ai coloni spagnoli, che qui la importarono, dal XVI secolo in poi.
E’ un alimento a basso contenuto di calorie, è un alimento valido nelle diete ipocaloriche e in quelle dei pazienti diabetici . Come tutti gli ortaggi di colore arancione è ricca di caroteni, sostanze che l’organismo utilizza per la produzione di vitamina A e che hanno proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.

L’alto contenuto di fibre, unito alla percentuale tanto elevata d’acqua, conferiscono alla zucca proprietà benefiche a carico dell’intestino, inoltre la presenza di magnesio nella zucca aiuta il rilassamento muscolare, apportando benefici sia fisici che sull’umore. La zucca contiene triptofano, un amminoacido coinvolto nella produzione della serotonina, noto come l’ormone del buonumore, utile a combattere l’insonnia e la tanto temuta “fame nervosa”.
L’acqua e il potassio presenti nella zucca favoriscono la diuresi e contrastano la ritenzione dei liquidi. Il suo consumo, quindi, facilita l’organismo a liberarsi dai liquidi trattenuti (oltre che da tossine) e a sgonfiarsi.

Della zucca “non si butta via niente“:può essere cucinata al vapore, lessata, stufata o cotta in forno. La polpa può essere frullata o semplicemente schiacciata (dopo la cottura), per farne una purea, oppure utilizzata come contorno; se viene centrifugata, invece, dona un succo buono da bere specialmente al mattino, a digiuno. I semi di zucca si sciacquano, asciugano e si lasciano o essiccare all’aria aperta, o si tostano in forno per alcuni minuti: una manciata di semi da sgranocchiare costituisce un ottimo spuntino/merenda

 

La ricetta che i social hanno giudicato vincitrice è stata quella di Debora!  La sua ricetta è senza glutine e senza lattosio!

Ingredienti

  • 125 gr Zucchero
  • 100 gr di zucca
  • 3 uova
  • 125 gr Farina di riso
  • 125 gr burro senza lattosio
  • 1/2 bicchiere latte senza lattosio
  • 10 gr di bicarbonato
  • 1 pizzico di sale
  • Cannella in polvere q.b.

Procedimento

Per prima cosa tagliate la zucca, sbucciatela e riducete la polpa a cubetti, lessatela al vapore e lasciatela freddare.
Nel frattempo sbattete il burro fino a ridurlo in crema ,utilizzando le fruste di uno sbattitore. Continuando a sbattere aggiungete lo zucchero. Aggiungete, successivamente le uova e appena si otterrà un composto omogeneo e cremoso setacciate e aggiungete al composto anche la farina con bicarbonato.  A questo punto mettete un pizzico di sale e il 1/2 bicchiere di latte e mescolate, prima con un cucchiaio di legno e poi con delle fruste elettriche.
Per ultimo aggiungete la zucca, che nel frattempo si sarà freddata, la cannella e le gocce di cioccolato e mescolate tutto insieme e l’impasto è pronto.
Distribuite uniformemente il composto negli stampi ed infornate il tutto in forno preriscaldato a 200° per 15-20 minuti.

Buona appetito!

Ci vediamo la prossima settimana con la terza ricetta vincitrice del Cooking Contest! Il terzo ingrediente assegnato sono stati I FUNGHI!

Volantini adulti 16 marzo 2018

Riso venere integrale con zucca ed erbe dell’orto

Ricetta di Sara

Nella prima settimana del Cooking Contest è stato assegnato come ingrediente il RISO VENERE.

Il riso Venere, integrale e dal chicco nero ebano, è una varietà di riso dalle caratteristiche nutritive che lo rendono assolutamente unico.  Si tratta di un riso coltivato da tempo in Italia, nell’area della Pianura Padana, in particolare la zona di Novara, ed è ottenuto incrociando una varietà originaria della Cina.

Ha un contenuto di ferro quattro volte superiore al riso comune e contiene il doppio del selenio, ha un alto contenuto di antociani, sostanze vegetali  capaci di catturare i radicali liberi ed evitare l’ossidazione, che conferiscono a questo tipo di riso proprio il suo caratteristico colorito nero. Il riso Venere fornisce, inoltre, molti carboidrati complessi, che sembrano non alterare la glicemia post-prandiale dei soggetti diabetici. Contiene proteine di buona qualità ed è ricco di lisina, un aminoacido essenziale, generalmente carente negli altri cereali.

Ha un buon contenuto di acidi grassi essenziali ed è ricco di minerali come il calcio, il selenio, lo zinco, il magnesio e il ferro, ma povero di sodio, rendendolo così molto adatto alle persone ipertese. Per la sua natura integrale, è infine un’ottima fonte di fibre, non contiene glutine ed ha un’elevata digeribilità.

 

 

La ricetta che i social hanno giudicato vincitrice è stata quella di Sara!

Ingredienti per 4 persone 

  • 320 gr di riso venere integrale
  • 700 gr di zucca
  • Rosmarino
  • Salvia
  • Pepe nero
  • Sale
  • Olio

Procedimento

Il primo passaggio è quello di tritare finemente il rosmarino e la salvia, aggiungendo un pizzico di sale e pepe.

Successivamente tagliare la zucca a dadini. In una padella far scaldare due cucchiai di olio aggiungere la zucca a dadini e il trito di erbe mescolare e lasciare cuocere (circa 20 minuti, il tempo va in base alla grandezza dei dadini di zucca, più piccoli sono più veloce sarà la cottura)

In un pentolino a parte, far cuocere il riso venere in acqua, una volta cotto scolarlo e farlo saltare in padella con la zucca e le erbe.

Impiattare e servire caldo.

Buon appetito!

Ci vediamo la prossima settimana con la seconda ricetta vincitrice del Cooking Contest! Il secondo ingrediente assegnato è stata LA ZUCCA!