Una nutrizionista al supermercato!

Come si comporta una nutrizionista al supermercato? Una delle cose che cerco di fare durante il percorso nutrizionale con un paziente è quello di insegnarli a scegliere! Sapere quello che portiamo in tavola è il primo passo per mangiare meglio. Essere consapevoli!

Oggi al supermercato si possono trovare tantissimi prodotti – i più disparati in effetti – alcuni  fatico a credere che esistano sul serio… eppure eccoli li…sugli scaffali, con quelle belle etichette colorate, accattivanti e pronte a “fregarci”!

Perchè fregarci?

Dico “fregarci” perchè purtroppo molto spesso ci limitiamo a guardare l’etichetta frontale dell’alimento che scegliamo di comprare e quasi mai quella posteriore – dove devono essere riportate tutta una serie di informazioni (specifiche!) sul prodotto in questione. Dovete sapere che ci sono delle leggi che disciplinano l’etichettatura degli alimenti (un riassunto lo trovate a questo link), queste leggi servono per salvaguardare la nostra salute e sarebbe davvero utile saperle leggere.

Molto spesso nei colloqui in studio mi capita di chiedere se sapete la differenza tra i vari nomi dello zucchero che viene indicato sulle confezioni di marmellata, biscotti, cereali e molti altri prodotti confezionati. Un’altra cosa sulla quale trovo sempre perplessità è la scelta dello yogurt – tutti puntate sullo “0% grassi” ma nessuno che pensi al contenuto di “zuccheri” ad esempio. L’olio di palma è oggetto di dibattiti da tempo ormai , quasi tutti state attenti a comprare alimenti che non lo contengono. Ma quanti di voi si sono chiesti con cosa  è stato sostituito?

Perchè sono così noiosa? Perchè lo reputo così importante?

Perchè fare la spesa vi rende consapevoli! Non basta seguire una dieta, le diete falliscono – c’è chi riesce a seguirla per mesi, alcuni anni – ma poi si torna alle vecchie abitudini, piano piano ed inesorabilmente! Dovete diventare consapevoli! Siete voi a poter scegliere, voi potete decidere di tenere in casa certi tipi di alimenti oppure provare a trovarne un sostituto più “salutare” oppure a sostituirlo con uno “homemade”.

Sono sempre stata così attenta?

Assolutamente NO! Non ho sempre fatto questo lavoro, ancora una volta sottolineo l’assoluta “normalità” della persona che oggi sta dietro la scrivania dello studio in cui entrate. Sono stata una ragazzina che beveva l’Estathe, la CocaCola, le merendine, la Nutella e che utilizzava quasi 2 cucchiaini di zucchero per ogni caffè bevuto all’università (e vi assicuro che erano parecchi i caffè….si ok anche adesso non sono pochi! 😀 ) e potrei fare altri esempi….

Oggi ho imparato, con il tempo, a bere tutti i caffè amari.  Nella quotidianità (l’eccezione in un’occasione particolare può capitare a tutti) non utilizzo nessuna bevanda gasata e/o zuccherata. Se posso scegliere (e posso!) compro una crema di nocciole degna di essere chiamata tale e utilizzo alimenti dopo aver controllato entrambe le etichette (anteriore :quella bella – e posteriore: quella utile!!)

La consapevolezza porta al cambiamento!

La Laurea in Biologia mi ha aiutato, è vero, ma il vero cambiamento è iniziato studiando ed iniziando a fare questo lavoro. Mi chiedevo spesso: “come posso trasportare nel concreto tutto quello che avevo e stavo imparando?”. Ho cominciato a fare una spesa più attenta, ho cominciato a rendermi conto di COME erano fatti alcuni alimenti che consumavo settimanalmente (se non quotidianamente). Ho inziato a leggere le etichette posteriori degli alimenti ed interessarmi a cosa volessero dire alcuni simboli o sigle che trovavo. Sapevate che il Ministero Della Salute ha fatto degli opuscoli per la popolazione che aiutino a comprendere meglio le etichette?  (Ecco il link – se volete leggerlo)

Ci sarebbe tanto da dire su questo argomento, ma vi ho promesso un diario e non un trattato, se no vi annoio troppo 😉 .

La nutrizionista ha il compito, secondo me, di guidarvi in questi aspetti e sono importanti tanto quanto il piano alimentare che vi consegna. In realtà,  considero questi aspetti molto più importanti ed è il motivo per cui ci dedico parecchio tempo durante le visite e/o i controlli. Vi portano ad acquisire uno strumento importante per migliorare la vostra qualità nell’alimentazione e di conseguenza nella vita.

Fatemi domande, tirate fuori i dubbi (Per contattarmi)

Essere consapevoli si può – Migliorate le vostre abitudini : la risposta è al supermercato!

Alla prossima

La vostra #nutri

Valentina

Altri link utili:

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_3_1_1.jsp?lingua=italiano&menu=dossier&p=dadossier&id=32

Applicazione del cellulare (carina – ma non definitiva e assoluta!) – Usate sempre il cervello:

https://edoapp.it/